Loading...

Il trattamento vergognoso di Iberostar nei confronti di Angela Cavagna

 

Il trattamento vergognoso di Iberostar nei confronti di Angela Cavagna

Grazie Don Miguel Fluxá e grazie "Familia" Iberostar!

Grazie per averci permesso di condividere con la Vostra "famiglia" il nostro matrimonio celebrato dal comune amico, il sindaco Don Miguel Rodriguez Fraga, nel dicembre 2015 presso il vostro Iberostar Anthelia Tenerife.

Grazie per averci permesso di condividere con la Vostra "famiglia" le nostre settimane di vacanza nei vostri Iberostar Anthelia, Las Letras, Paseo de Gracia, Santa Eulalia e molti altri...

Grazie per averci permesso di condividere con la Vostra "famiglia" nei vostri hotel i nostri figli, parenti ed amici in questi anni.

Grazie per averci permesso di condividere con la Vostra "famiglia" 5 mesi di vita come Clienti residenti in Iberostar Sabila Tenerife.

Grazie per averci permesso di condividere con la Vostra "famiglia" 15 mesi come Clienti residenti (il contratto era più lungo...) al Grand Hotel Iberostar El Mirador Tenerife.

Grazie "famiglia" Iberostar per averci costretto a lasciare la nostra Suite Presidenziale il 19.3.2020 alle ore 14.00 con un'e-mail ufficiale Iberostar inviata dal vostro Responsabile per le isole Canarie e Capo Verde Alejandro Santos solamente alle 12.52 dello stesso giorno! (Ci aveva avvisato con un comunicato non ufficiale il 17.3.2020 alle 17.00 il direttore del Mirador Marc Clement).

Grazie alla "famiglia" Iberostar (in questo caso particolare, grazie a Marc Clement e Alejandro Santos) per aver chiamato lo stesso 19.3.2020 alle 14.15, 4 vetture con 8 agenti della Polizia Nazionale per "intimidirci" ed "avvisarci" a lasciare l'hotel, agli occhi di tutto il resto del personale riunito nella hall dell’Hotel stesso.

Grazie "famiglia" Iberostar e grazie Don Miguel Fluxá ma ci dispiace, non possiamo accettare tutto questo, personalmente è inammissibile ed inaccettabile.

Eravamo Clienti Residenti di Iberostar da 2 anni e Clienti Iberostar da sempre, ottimi Clienti avendo sempre pagato puntualmente Iberostar per centinaia di migliaia di euro in questi anni ed il vostro modo di agire nei nostri confronti è stato di una violenza inaudita e di una vergogna senza precedenti! Voi avevate preparato i contratti a lungo termine per la nostra residenza in Iberostar negli anni scorsi e per quelli avvenire.  

È questa la "famiglia" Iberostar?

È davvero questo il vostro concetto di famiglia?

È questo il vostro modo di trattare i vostri più fedeli Clienti? (ci risulta che fossimo gli unici Clienti residenti di tutta Spagna).

Siamo davvero senza parole...
Potremmo sbagliarci, ma crediamo sia possibile che abbiate perso il contatto con le persone reali ed i Clienti che credevano e si fidavano di Iberostar da molti anni.

Alla fine ci avete cacciato dalla nostra residenza abituale, la nostra casa (siamo entrati nel Grand Hotel El Mirador nel gennaio 2019 come Clienti Residenti continuando il periodo di residenza iniziato nel settembre 2018 nel vostro Iberostar Sabila) nel bel mezzo della pandemia di Coronavirus Covid-19 senza alcuna possibilità o alternativa in meno di 48 ore!

L'unica possibilità che ci avete dato sono stati 7 giorni presso Iberostar Anthelia per trovare una sistemazione, liberare la nostra Suite Presidenziale dai nostri oggetti personali (dopo quasi 2 anni erano tanti), il tutto con i servizi bloccati, i negozi chiusi, l'esercito e la polizia in quasi tutte le strade.

Un vero peccato Don Miguel Fluxá, abbiamo decisamente sbagliato e lo diciamo con tutto il rispetto per una persona che ha costruito un vero impero da zero ma che ad oggi visti gli eventi verificatisi, probabilmente lo ha lasciato in mani sbagliate.

Abbiamo lasciato Iberostar dopo quasi 2 anni e siamo delusi, tristi ed arrabbiati.
 

Per rispetto ai problemi creati dalla Pandemia, tutt’ora parzialmente irrisolti, abbiamo aspettato sino ad oggi per rendere pubblico quanto accaduto, ci vedremo presto in tribunale e su tutti i mezzi di comunicazione possibili per una doverosa pubblicità alla sua “famiglia Iberostar”.

Attentamente,

Angela Cavagna
Paolo Solimano

Torna alla Pagina delle News